Il punto di riferimento del 3D nel ❤ della Brianza

Case History Citterio Giulio S.p.A.: disegno 3D, prototipazione maniglie e digitalizzazione

cover_case_history_citterio_giulio

PROFILO CLIENTE

Quaser Srl è un’azienda che si occupa del settore della protezione ESD. Dal 1986, anno di nascita dell’impresa, Quaser è divenuta leader sul mercato per quanto riguarda il proprio campo.

Nella sede di Arcore, in provincia di Monza e Brianza, dove sono ospitate la sede logistica, la sede amministrativa e la produzione, e dove lavorano tutti i 21 dipendenti, vengono realizzate le migliaia di prodotti che l’azienda commercializza, come tappeti ESD da tavolo e da pavimento, piastrelle ESD, prodotti per la connessione a terra, strumenti di identificazione e prodotti per pulizia di aree EPA, buste, tubolari, spugne e schiume, contenitori e divisori, etichette e nastri, prodotti e sistemi anti umidità, portaschede ESD, carrelli, scaffali e cassettiere, strumentazione per test di controllo e molto altro ancora.

Indirizzo sede

via Spinelli, 123
20862 – Arcore (MB)

Sito web

www.quaser1986.it

Mail

sales@quaser.it

Telefono

+39 039.6180134

ESIGENZA DEL CLIENTE

Gran parte del lavoro di Quaser passa attraverso la termoformatura. Per questo, per ottenere il pezzo finale termoformato, l’azienda deve produrre una grande quantità di stampi per termoformatura. Si palesano però due problemi, uno che riguarda i costi e soprattutto uno che riguarda le tempistiche.

Il maggior fornitore di stampi per termoformatura e prodotti termoformati di Quaser si trova in Francia, il che comporta un’attesa non sottovalutabile: per il solo progetto ci vogliono 2 settimane, un’altra settimana per la produzione e altri 3 giorni per spedizione e consegna.

Per quanto riguarda i costi, invece, Quaser spende in media 3.000 euro per ogni stampo per termoformatura, produzione esclusa.

L’esigenza di Quaser è dunque quella di abbattere tempi e costi, e in secondo luogo di internalizzare la produzione.

PROGETTO E SOLUZIONI

Per far fronte al dispendio di tempi e costi, Quaser ha deciso di realizzare i prodotti per protezione ESD con la stampa 3D. O meglio, la produzione viene comunque svolta tramite termoformatura, ma invece di affidare la produzione degli stampi al fornitore francese, l’azienda di Arcore ha deciso di creare un reparto interno di Additive Manufacturing acquistando una Sharebot QXXL, la più grande stampante 3D a tecnologia FFF (Fused Filament Fabrication) della linea Sharebot.

Si tratta di una stampante 3D professionale/industriale con piatto di stampa in carbonio e volume di stampa di 705x350x300 mm che permette di realizzare prototipi di grande formato o di stampare contemporaneamente più prototipi nella stessa “piattata”.

Per creare gli stampi per termoformatura tramite stampa 3D, Quaser utilizza i seguenti materiali: Nylon Natural (PA), Nylon Glass Sphere, Nylon Carbon Fiber, PLA (acido polilattico).

stampanti 3D in offerta sharebot qxxl sharebot monza 3d printers stampa 3d
quaser protezione esd stampa 3d sharebot 3d store monza
quaser protezione esd stampa 3d sharebot 3d store monza

VANTAGGI RISCONTRATI

“Grazie alla Sharebot QXXL produciamo uno stampo per termoformatura con costi irrisori: uno stampo ci costa circa 40-50 euro a fronte dei 3.000 pagati per la realizzazione in Francia – racconta Jacopo Noli, responsabile delle tecnologie additive di Quaser Srl –. Ma soprattutto abbiamo abbattuto le tempistiche: dalle 3 settimane e mezzo di attesa siamo passati mediamente a un giorno lavorativo per ottenere lo stampo. E contando che la stampante 3D prosegue a lavorare anche di notte, siamo riusciti a ottimizzare il time-to-market”.

Con i materiali tecnici che Quaser acquista sempre da Sharebot Monza, si riesce a produrre uno stampo così performante da riuscire a sostenere produzioni fino a 50 pezzi, ottimizzando ancora di più i costi. Senza contare che la prassi di Quaser è di mostrare lo stampo per termoformatura al cliente prima di avviare la produzione definitiva: nel caso in cui il cliente non fosse soddisfatto o esigesse modifiche, l’iter sarebbe quello di ordinare un secondo stampo al fornitore transalpino, con ulteriori costi e con ulteriori settimane di attesa. Con la stampa 3D, con pochi euro e poche ore, Quaser riesce invece a ottenere un secondo stampo.

Inoltre, a livello di privacy e di tutela del know-how dell’azienda, con la Sharebot QXXL Quaser ha internalizzato uno dei processi produttivi. “Manca solo la progettazione – prosegue Noli –, ma in un futuro prossimo, assumendo un progettista, potremmo dire di avere internalizzato il 100% dei processi produttivi”.

LA TESTIMONIANZA

“Appena acquistata la stampante 3D, eravamo un po’ spaventati perché avremmo dovuto ‘convertire’ una persona, in poco tempo, a responsabile delle tecnologie additive – spiega Jacopo Noli –. I timori sono spariti subito: grazie anche al corso di formazione con Sharebot Monza, abbiamo riscontrato che la stampante 3D è davvero facile da usare. In azienda stampa a ciclo continuo, va sempre, non dà mai problemi e i pezzi vengono sempre come ce li aspettiamo. È uno strumento indispensabile per i processi produttivi di Quaser, non so davvero come facessimo prima”.

STAMPANTE 3D ACQUISTATA (E UTILIZZATA)

Stampante 3d professionale sharebot qxxl filamento sharebot monza 3d store shop
  • NOME: Sharebot QXXL
  • TECNOLOGIA: Filamento
  • VOLUME DI STAMPA: 705 x 350 x 300 mm
  • RISOLUZIONE Z: 50 micron
  • MATERIALI UTILIZZATI: Nylon Natural (PA), Nylon Glass Sphere, Nylon Carbon Fiber, PLA

0 Commenti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*