Il punto di riferimento del 3D nel ❤ della Brianza

Case history ZENO Architetti: plastico 3D Museo Regionale Scienze Naturali di Torino

zeno architetti

PROFILO CLIENTE

ZENO è uno studio di architettura con sede a Monza che si fonda sulla collaborazione di due giovani architetti, Andrea Zecchetti e Francesco Nobili.

Lo studio ha un carattere multi-disciplinare, con particolare attenzione al tema del riuso e al connubio tra architettura antica e contemporanea.

L’originalità e la competenza dello studio hanno permesso a ZENO di partecipare con successo a diversi concorsi nazionali e internazionali ritagliandosi uno spazio importante nel settore dell’architettura. Fiori all’occhiello dello studio sono le vittorie del 1° premio al concorso per la progettazione delle aree di accoglienza, dei servizi accessori e dell’immagine coordinata del Museo Regionale Scienze Naturali di Torino; del 1° premio al concorso European 12, Wittemberge (DE) con il progetto “Re-Hub Wittenberge, Health, Wellness and Food” per la riqualifica di un area industriale sul fiume Elba; del 1° premio al concorso Make Your Mark in Milan di Fondazione Fiera Milano con il progetto “Palinsesto” per la riqualifica del padiglione 1 e 2 di FieraMilano City. ZENO vanta inoltre il raggiungimento della finale del Premio Federico Maggia 2015, Paesaggi industrial.

Indirizzo sede

via Giorgio Giulini, 6
20900 – Monza (MB)

Sito web

https://zeno-architetti.com/

Mail

info@zeno-architetti.com

Pagina Facebook

www.facebook.com/zenoarchitetti

ESIGENZA DEL CLIENTE

Dopo aver vinto il concorso per la progettazione delle aree di accoglienza, dei servizi accessori e dell’immagine coordinata del Museo Regionale Scienze Naturali di Torino, lo studio ZENO aveva l’esigenza di realizzare un plastico delle 4 facciate della Corte Nord-Est del Museo (MNSR) perfettamente fedele all’originale.

“Dovendo colloquiare con la Soprintendeza per conservazione dei beni storici, aver un modello preciso, dettagliato e affascinante, è diventato lo strumento principale di confronto e discussione in merito alle strategie di progetto da realizzare” (Francesco Nobili, studio ZENO).

Per realizzare il modello in scala con metodi tradizionali lo studio ZENO ha riscontrato diverse problematiche. Il lavoro ‘manuale’ non avrebbe garantito la pulizia del modello, avrebbe comportato l’utilizzo di materiale di qualità non eccezionale (come il Poliplat o cartoncino o profili in plastica pre-stampati) e una definizione grossolana dei dettagli. Inoltre per realizzare il plastico con metodi tradizionali lo studio ZENO ha stimato 3 settimane di lavoro in full-immersion.

plastico 3d museo regionale scienze naturali torino sharebot 3d store monza
plastico 3d museo regionale scienze naturali torino sharebot 3d store monza
plastico 3d museo regionale scienze naturali torino sharebot 3d store monza

PROGETTO, SOLUZIONI E VANTAGGI RISCONTRATI

Il plastico per studio ZENO è quindi stato realizzato tramite stampa 3D con tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) in PLA, ovvero acido polilattico, un materiale di qualità ottimale per resistenza e solidità.

La soluzione in prototipazione rapida attraverso la stampa 3D ha comportato differenti vantaggi, a partire da un consistente risparmio di tempo per lo studio ZENO. A fronte di un lavoro in full-immersion di 3 settimane, gli architetti hanno ottenuto il plastico in 3 giorni lavorativi di attesa, senza quindi impiegare il proprio tempo per la realizzazione del modello. Conseguentemente lo studio ha risparmiato il denaro del costo opportunità delle ipotetiche 3 settimane di lavoro.

A livello qualitativo il modello stampato in 3D ha riprodotto fedelmente i dettagli del colonnato, delle finestre e delle facciate della Corte Nord-Est del Museo Regionale Scienze Naturali di Torino.

LA TESTIMONIANZA

zeno architetti francesco nobili plastico 3d museo sharebot 3d store monza

“Siamo pienamente soddisfatti della scelta di rivolgerci a Sharebot 3D Store Monza per la creazione del modell in 3D: costruire lo stesso plastico con tecniche tradizionali sarebbe stata un’impresa disperata. Avremmo provato a realizzarlo presumibilmente con il Poliplat, ma credo che alla fine avremmo rinunciato alla realizzazione del plastico”, ha dichiarato Francesco Nobili.

STAMPANTE 3D UTILIZZATA

stampante 3d sharebot q sharebot monza

0 Commenti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*